lunedì 21 maggio 2012

A giorni alterni di Maria Luisa Spaziani




 
A giorni alterni sono io la luna

e tu l'immensa terra che mi attira,

e questa notte tu, sei la luna

-io ti tengo al guinzaglio-

So che mi stai sognando, mi accarezzi,

i globuli lo sanno del mio sangue,

ogni mio nervo teso come un arco

o un'arpa eolia che vibra al respiro.



2 commenti:

  1. Un sentimento così intenso che sembra promanare come vera forza della natura, appena attenuata nel finale da quel richiamo musicale!

    RispondiElimina
  2. Una letterata di grande spessore, la Spaziani.

    RispondiElimina