sabato 18 febbraio 2012

Poesia di George Byron



Quando lei passa nella sua bellezza


Come la notte in un cielo stellato

Tutto il meglio del buio e della luce

Bagna la sua persona ed i suoi occhi

Che sono così dolci a quella tenera

Luce negata al fulgore del giorno.

Soltanto un'ombra in più o un raggio in meno

Sciuperebbero in parte la grazia

Che ondeggia sulle sue trecce corvine

O tenuamente illumina il suo volto

Che si rivela preziosa dimora

Dei suoi sereni e soavi pensieri.

Sulla sua guancia, sulla sua fronte,

Così tenere e quiete ma espressive,

I colori, il sorriso seducente,

Confidano di giorni tesi al bene,

Della sua mente che con tutto è in pace

E del suo cuore che amando è innocente

1 commento:

  1. CARA LUIGINA .
    Questa poesia di George Byron e la prima volta che la leggo . E davvero una bella poesia .
    CIAO E BUONA DOMENICA . Lina

    RispondiElimina