lunedì 25 luglio 2011

Finestra di Vivian Lamarque


Cartoons
Cartoons Comments



Quanto cara mi è questa finestra
che mi separa e unisce a Milano.
Ma questa caserma coi soldatini
di stagno e questo castellino finto
o che sia vero? qual è il giusto tempo?
cosa quel RAI lassù, a mezzo cielo?
e da piazza Firenze (mia matrigna?
perché l'1 verde spunta arancione?
Quando lo sento in strada sferragliare
qual eco risuona, e come e dove
familiare? Quando qui sotto il vecchio
Tennis - già da cent'anni - gioca
e dalla caserma l'Inno d'Italia
sale, l'Itali s'è e quando desta?
tutto mi gira e gira nella testa.

dal libro Poesie 1972-2002 di Vivian Lamarque - Oscar Mondadori

3 commenti:

  1. Mi sembra di riconoscere i luoghi precisi qui richiamati. Proprio brava la poetessa!

    RispondiElimina
  2. Versi sorprendenti,non conoscevo,Milano che cambia,ma non solo Milano.
    Una descrizione breve,ma più esaustiva di un libro intero.

    RispondiElimina
  3. Milano in (pochi) versi, bravissima Vivian. Grazie Lui per avercela proposta. Un bacio.

    RispondiElimina