domenica 5 giugno 2011

La frangia dei capelli di Eugenio Montale

La frangia dei capelli che ti vela

la fronte puerile, tu distrarla

con la mano non devi. Anch'essa parla

di te, sulla mia strada è tutto il cielo,

la sola luce con le giade ch'ài

accerchiate sul polso, nel tumulto

del sonno la cortina che gl'indulti

tuoi distendono, l'ala onde tu vai,

trasmigratrice Artemide ed illesa,

tra le guerre dei nati-morti; e s'ora

d’aeree lanugini s'infiora

quel fondo, a marezzarlo sei tu, scesa

d'un balzo, e irrequieta la tua fronte

si confonde con l'alba, la nasconde.




poesia di E. Montale

6 commenti:

  1. Luigina.... Bella ... bella .. bella .
    Una stupenda poesie . Lo letta diverse volte e mi ha dato una grande emozione .
    BUONA NOTTE LINA

    RispondiElimina
  2. Uno splendido italiano antico per esprimere sentimenti sempre attuali!

    RispondiElimina
  3. LUIGINA CIAO.
    Passo da te per un salutino , sempre con gioia .
    Visto l'ora e magari stai doemendo , ti auguro tanti sogni belli .
    Ti lascio un abbraccio e un bacio Lina

    RispondiElimina
  4. Montale mi piace sempre di più, non l'avevo mai letta questa sua poesia, mi ricorda tantissimo una persona a me molto cara.
    Ciao, a presto!

    RispondiElimina
  5. Montale è sempre Montale..

    RispondiElimina