sabato 7 maggio 2011

Sollievo di Antonia Pozzi



Stasera, un cielo teso, tutto gonfio
di bianco, come fosse una gran vela
assicurata al margine dei tetti
con poche cuciture rosa e viola.
Un'impazzata stridula di rondini
scatta a tradurne in veementi guizzi
i contenuti palpiti di luce,
ed il rosso fervero del mio sangue
si scolora subitamente in lacrime,
limpide e pure come gocce d'acqua.

Milano, 20 maggio 1929

poesia Sollievo di Antonia Pozzi

7 commenti:

  1. Scritta nel 1929,ma attuale.
    Non conosco questa autrice,cercherò di colmare la mia lacuna.

    RispondiElimina
  2. Versi incisivi come le pennellate di un quadro.
    Che grande poetessa!

    RispondiElimina
  3. veramente bella,non conoscevo questa poetessa.ciao Lui,un abbraccio

    RispondiElimina
  4. Una grande poetessa, davvero.
    Ciao Lui, buona domenica!
    Lara

    RispondiElimina
  5. Quanto amo Antonia Pozzi cui anche io ho dedicato un post
    http://liberacarmen.blogspot.com/2010/04/poesia-antonia-pozzi.html
    Buona settimana cara Lui!

    RispondiElimina
  6. Versi intensi, parole scolpite, dolore rattenuto: é la Pozzi come viene riscoperta da tanti, ora.

    RispondiElimina
  7. CIAO ...grazie a tutti... la Pozzi è davvero una grande poetessa...ciao..buona serata..luigina

    RispondiElimina