sabato 16 aprile 2011

Primaverile di Antonio Machado

Monet - Garden


Nuvole, sole, prato verde e case

Sull'altura, confusi. Primavera

argine. Ha messo nell'aria fredda dei campi

La grazia di quei pioppi lungo l'argine.



Dalla valle i sentieri vanno al fiume:

là, sul ciglio dell'acqua, amore aspetta.

Per te indossano i campi questa veste

Di giovane, oh invisibile compagna?



E quest'odore del faceto al vento?

E quella prima bianca margherita?

Sei con me dunque? Nella mano



Sento un doppio battito e il cuore mi grida

E nelle tempie mi assorda il pensiero:

si, sei tu che fiorisci, che resusciti.



7 commenti:

  1. Non solo la poesia di un amato poeta, ma anche quell'immagine di Monet che incanta sempre.
    Grazie cara Lui!
    Lara

    RispondiElimina
  2. ciao Lara...questa poesia evoca davvero la primavera con la sua gentilezza e sembra di vedere i colori brillanti della natura..e poi Monet ha fatto quadri stupendi...ciao..luigina

    RispondiElimina
  3. Sempre colori vivi quelli di Machado: con la passione amorosa più spesso, qui con la natura.

    RispondiElimina
  4. Complimenti per la scelta cara Lui.
    Tomaso

    RispondiElimina
  5. La poesia e la pittura che hai scelto sono un connubio delizioso. Grazie Luigina di condividere queste meraviglie! Un carissimo augurio di buon inizio di settimana!

    RispondiElimina
  6. Quanto amore per la primavera! vissuta a fondo e dal poeta e da Monet con i suoi magici colori e le sue luci. Bellissimo post.

    RispondiElimina
  7. ciao...grazie a tutti..per i vostri commenti... le poesie sono gocce di vita che vengono lanciate nel cielo...per trasformarle in stelle...ciao...un sorriso a tutti..

    RispondiElimina