sabato 19 marzo 2011

Farò della mia anima di K. Gibran

Farò della mia anima uno scrigno

per la tua anima,

del tuo cuore una dimora

per la tua bellezza,

del mio petto un sepolcro

per le tue pene.

Ti amerò come le praterie amano la primavera

e vivrò in te la vita di un fiore

sotto i raggi del sole.

Canterò il tuo nome come la valle

canta l'eco delle campane;

ascolterò il linguaggio della tua anima

come la spiaggia ascolta

la storia delle onde.



K. Gibran

6 commenti:

  1. Bellissima poesia cara Lui, profonda da puri sentimenti, grazie di averla condivisa con noi.
    Un abbraccio forte, augurandoti un buon fine settimana. Tomaso

    RispondiElimina
  2. Tutte belle le poesie postate qui;
    questa,in particolare, è speciale.

    RispondiElimina
  3. Profondi e nobili sentimenti esprimono sempre i versi di Gibran.
    E tu Luigina hai sempre la mano felice nella scelta dei testi che proponi.

    RispondiElimina
  4. Luigina Ciaoo
    Bella poesia e tu hai fatto bene a postarla . Io adoro K Gibran
    Difficile cegliere libro sia più bello da leggere ...davvero molto difficile:
    Mi piace questo pensiero mi ha colpito molto :
    "Dai poco quando doni cio' che hai.Quando doni te stesso, solo allora dai veramente."Direi che Più che poeta, lui e' lume delle oscurità,e un maestro di vita, di speranza...
    BUONA NOTTE LINA

    RispondiElimina
  5. Grazie, entrare nel tuo blog e avere un momento di serenità...

    RispondiElimina
  6. condivido la serenità
    un saluto tiziana

    RispondiElimina