martedì 28 dicembre 2010

Christian Bobin, Francesco e l'infinitamente piccolo - brano


'Se si vuol conoscere un uomo, bisogna cercare colui verso il quale la sua vita è segretamente rivolta, colui al quale, più che a qualsiasi altro, egli parla, anche quando in apparenza si rivolge a noi. Tutto dipende da quest'altro che si è scelto. Tutto dipende da colui al quale si rivolge in silenzio, per ottenere la considerazione del quale ha messo insieme fatti e prove, per amore del quale ha fatto della sua vita quello che è ....
Quando si è innamorati si parla al proprio amore e a lui soltanto.  Ovunque, sempre. E che si dice al proprio amore? Gli si dice 'ti amo', che è come dire quasi niente - il quasi niente di un sorriso, il balbettio di un servo al padrone che gli dà tutto, mille volte tutto.

Christian Bobin, Francesco e l'infinitamente piccolo - brano

2 commenti:

  1. che pensiero delicato! Grazie per questo messaggio e buon anno cara Lui

    RispondiElimina
  2. Tanti cari auguri di un sereno e gioioso 2011.

    RispondiElimina