domenica 29 agosto 2010

Montmartre di Alessandro Montalto


Bramerò una scarpinata


per le malagevoli scorciatoie e gli ardui viottoli

della Montmartre d'Ottocento,

suburbio avvinazzato di pastelli, oli e acquarelli,

sobborgo di bistrot, buvette e gargotte, raccapriccio.

Arrafferei i pennelli, o gli astucci o i tubetti,

a una scapigliato paesaggista carnevalesco

e mi affacenderei sino alla fiaschetteria più prossima

e, fra le cassapanche e gli scanni di questa,

lo infarcirei di consommé, rolleé e crepes.

A un ritrattista, affiderei il mio effigiato,

per ammansire, sulla sua barattata tela,

le caricature di quel Dorian e di quell'Hyde,

che sonnecchiano, nei dedali del mio avvenuto.


dal libro Frammenti Amalgamati di Alessandro Montalto

1 commento: