giovedì 13 maggio 2010

Yeat William Butler - Invitando il suo cuore a non temere

Cuore tremante, resta in pace, in pace;

Ricorda la saggezza degli antichi giorni:

Colui che trema di fronte a fiamme e flutto,

Di fronte ai venti che soffiano per i percorsi stellati,

Che i venti delle stelle, che la fiamma e il flutto

Lo possano sommergere e nascondere, poiché egli è straniero

A questa solitaria, maestosa moltitudine.

Nessun commento:

Posta un commento